Abiti in una zona montana o subalpina? Scegli la Thuja Smaragd per la tua siepe

Pubblicato il : 19/02/2017 18:07:05
Categorie : Piante da siepe

Abiti in una zona montana o subalpina? Scegli la Thuja Smaragd per la tua siepe

Con il termine Thuja vengono definite una decina di specie di conifere sempreverdi. Queste piante, originarie del Nord America, dell'Asia e del territorio europeo, arricchiscono i giardini sia in qualità di singoli esemplari che sotto forma di siepi impenetrabili. Se la Thuja Plicata può raggiungere velocemente altezze superiori ai 10 metri, esistono anche numerose  varietà nane come ad esempio DanicaRheingoldTiny Tim e Compatta Nana, ideali come esemplari da far sviluppare in vaso, ma la più utilizzata per realizzare una siepe è senz’altro la Smaragd.


La Thuja Smaragd, conosciuta anche come tuia americana (proviene dalla zona delle Montagne Rocciose) e, ancora più comunemente, con il nome di cedro bianco, presenta una forma a cono stretto e rami appiattiti.

Il fogliame è verde di un’intensità senza eguali tra le conifere, lucente e di piccole dimensioni. Può avere sfumature gialle in piena vegetazione e bronzee in inverno, se le temperature sono molto basse.

ACQUISTA ORA


La Thuja Smaragd può essere posta a dimora in un luogo soleggiato, ma riesce ad adattarsi senza difficoltà a zone d'ombra. Tuttavia, garantire un minimo di 3 ore giornaliere di illuminazione diretta del sole ne favorisce lo sviluppo. Se la pianta non teme il freddo, lo stesso non può essere detto dell'aria salmastra, difficilmente tollerata. 

Ideale per la messa a dimora è un terreno soffice, ricco e ben drenato. Mescolando a quest'ultimo sabbia o pomice si eviteranno pericolosi ristagni idrici. Sia nei mesi autunnali che nella stagione primaverile può essere interrato del concime organico maturo ai piedi della pianta; un'alternativa valida è il concime granulare a lenta cessione. Lo sviluppo della pianta, tuttavia, non è compromesso anche in presenza di terreni argillosi.


Il trapianto dal vaso può aver luogo in qualunque periodo, anche se la stagione autunnale e quella primaverile sono da preferire. 
La profondità della buca che ospiterà la pianta dovrà almeno raggiungere quella del vaso nel quale risiedeva in precedenza; tenendo conto dello sviluppo piuttosto rapido, il diametro dovrà essere 2 o 3 volte superiore. Terminata la messa a dimora, creando un avvallamento si eviterà che l'acqua venga dilavata.


Nei mesi primaverili, come nel periodo di riposo vegetativo, possono essere impiegati dei concimi a rilascio lento, che assicurano un apporto adeguato di sostanze nutritive. 
Se alle piante più giovani devono essere garantite delle annaffiature regolari, per gli esemplari ormai adulti l'acqua necessaria può essere frutto unicamente delle piogge. La Thuja Smaragd, infatti, resiste brillantemente ai periodi di siccità. 
Allo stesso modo tollera temperature molto rigide,  anche oltre i -20°, così come i periodi nevosi.

Questo l’ha resa una delle piante da siepe più apprezzate nelle zone montane ed alpina e sub-alpina del nostro paese.


È il mese di marzo il più indicato per la potatura, sebbene sia sempre ben tollerata dalla pianta, tanto che viene utilizzata anche per la realizzazione di topiarie. Quest'ultima dovrà iniziare tagliando il legno morto (e quello eventualmente danneggiato). Nei primi anni l'operazione ne incentiverà l'infoltimento.

Contattaci per qualsiasi informazione!

ACQUISTA ORA

 

SCHEDA SINTETICA

Genere: sempreverde

Crescita:  piuttosto veloce ( * * *  3/5)
Resistenza alle malattie ( * * * * 4 / 5 )

Dimensioni massime raggiungibili: altezza dai 5 ai 6 metri, diametro circa 1,5-2.

Esposizione: pieno sole, ombra parziale.

Adatta al vaso: sì

 

Per siepe:

Adatta per siepi da  120 cm a 3 metri di altezza; spessore 50 cm minimo.

Sesto d’impianto:

una pianta ogni 30 cm – 75 cm, in relazione a pronto effetto voluto e alla dimensione della pianta alla messa a dimora.

Condividi