Frutti tropicali direttamente in giardino con la Feijoa

Pubblicato il : 03/04/2017 18:19:53
Categorie : Piante sempreverdi

Frutti tropicali direttamente in giardino con la Feijoa

La Feijoa, nota anche come "Acca Sellowiana" o “Guajabo del Brasile” è un arbusto sempreverde estremamente longevo (alcuni esemplari arrivano a vivere anche 70 anni) appartenente alla famiglia delle Mirtacee. Originario dell'America meridionale è coltivato in Australia, Africa e Sud Italia; non è raro trovare degli esemplari anche in regioni italiane dal clima temperato, come la Liguria e la Toscana.

ACQUISTA ORA!

Questa pianta da frutto tropicale ha una crescita piuttosto lenta, e dispone di una corteccia grigia e molto liscia.

Può raggiungere i 5 metri di altezza, e si caratterizza per le sue foglie di piccole dimensioni, pelose, grigio-verde sopra e dalle tonalità argentee nella parte inferiore.

 

In primavera inoltrata la pianta produce fiori molto carnosi, in grado di distinguersi per i petali di colore bianco rosato. 
La fase della fioritura può proseguire per un paio di mesi. 


Fanno seguito, al termine della stagione estiva, i frutti, dalla forma ovale allungata. Di colore verde e di dimensioni contenute (raggiungono un massimo di 8 cm di lunghezza) sono commestibili; il loro sapore ricorda un curioso mix tra ananas e fragola. 
Possono essere consumati da soli, a pezzetti all'interno di macedonie o per la preparazione di marmellate. Solitamente vengono raccolti i frutti caduti spontaneamente dalla pianta, conservandoli in un luogo fresco e consumandoli entro un massimo di 5 giorni.

La maturazione dei suoi frutti, in Italia, è possibile solo in caso di autunni estremamente caldi oppure nelle zone del profondo sud. Difficilmente arriva a maturazione al nord.

Il terreno migliore per la messa a dimora della Feijoa è ricco e ben drenato, meglio ancora se leggermente acido e fresco. Tuttavia, la pianta riesce a svilupparsi anche in presenza di terreni argillosi, a patto di assicurare una buona irrigazione. Evitare, invece, i terreni salini. 

La Feijoa ama essere esposta al sole; solamente nel corso della stagione estiva l'eccessivo irraggiamento potrebbe risultare dannoso.

Si consiglia, in tale periodo, di porla parzialmente in penombra, garantendo regolari irrigazioni. Costringere la pianta ad affrontare lunghi periodi di siccità significa, infatti, rischiare che le foglie e i frutti cadano spontaneamente.

 

Annaffiature regolari sono richieste anche nella fase della fioritura; ricordarsi, ad ogni modo, che il terreno dovrà asciugarsi completamente prima di ripetere l'operazione. Tra marzo ed ottobre, con cadenza mensile, è utile mescolare all'acqua del concime naturale.

 

Anche gli inverni rigidi sono ben tollerati, sempre che le temperature non scendano al di sotto dei -7/-10°, e che le gelate intense siano di breve durata.

 

Il vento, anche salmastro, non ha riflessi negativi sulla crescita, quindi si rivela pianta adatta alle zone di mare.


Oltre che in giardino, la Feijoa può crescere senza problemi all'interno di un vaso riuscendo ad abbellire, grazie ai suoi colori, balconi e terrazzi.

Una volta acquistato un esemplare da Solo Piante, è necessario procedere al rinvaso predisponendo sul fondo delle palline di argilla espansa, e mescolandole a del terriccio universale e a stallatico.

Terminata l'operazione esporre la Feijoa a pieno sole, per favorirne sia lo sviluppo che le successive fasi di fioritura e fruttificazione.


Infine, per quanto riguarda la potatura, è consigliato limitarsi ad un intervento l'anno, eliminando i rami che si trovano nella parte interna della chioma.  Questo permetterà alla luce del sole di penetrare con maggiore efficacia.

Tollera interventi anche drastici, i rami alti andrebbero accorciati.

ACQUISTA ORA!

Condividi