Quattro tipologie di Cotoneaster a confronto

Quattro tipologie di Cotoneaster a confronto

- Categorie : Piante tappezzanti

Il Cotoneaster: versatile ed adattabile


Il genere Cotoneaster (chiamato in Italiano cotonastro o anche cotognastro) appartiene alla famiglia delle Rosacee. Si tratta di piante diffuse in tutta l'Europa e l'Asia, in oltre 200 specie soprattutto arbustive, ma anche a portamento eretto.

Le specie più utilizzate per il giardinaggio sono per lo più originarie della Cina, ma sono molto ben adattate ai nostri climi. Inoltre, ne sono state ricavate un gran numero di cultivar, motivo per il quale sarà facile trovarne uno adatto per i tuoi gusti.

In particolare, ne esistono varietà erette o prostrate, e sia decidue che sempreverdi. Quelle sempreverdi sono molto adatte all'uso come siepi, quelle prostrate per copertura del terreno. Interessante sottolineare che sono piante piuttosto rustiche, che sopportano bene sia il caldo che il freddo alle nostre latitudini, e che non soffrono, in città, per l'inquinamento.

Ecco qui di seguito alcune informazioni su quattro diverse tipologie di queste versatili piante.


Il Cotoneaster Lacteus

SCHEDA PRODOTTO


Questo Cotoneaster sempreverde, dalle foglie ampie, è caratterizzato da fiori bianchi, seguiti da vivaci bacche rosse che restano sulla pianta anche durante l'inverno. Quindi è una pianta molto ornamentale, e piuttosto versatile. Può infatti essere usata come arbusto da siepe oppure da fiore, e nelle condizioni ideali anche come piccolo albero, anche se il portamento, pur eretto, tende a diventare arcuato e ricadente. Piuttosto vigoroso, preferisce esposizioni soleggiate o a mezz'ombra, e terreni ben drenati. Bello anche in vaso.


Il Cotoneaster Franchetii

SCHEDA PRODOTTO

Questo è un Cotoneaster di media stazza, adatto per siepi medio-basse, siepi libere, o piccole macchie. Arriva ad un'altezza di due metri ed il portamento è arcuato. Anche questo fa fiori bianchi, screziati di rosa, e da settembre a febbraio si copre di bacche rosso-arancioni. Le foglie sono verde scuro sopra e bianche sotto. Il Franchetii è parzialmente sempreverde, in caso di temperature molto rigide può perdere tutte le foglie. Va bene al sole e in mezz'ombra, e in terreni non troppo umidi, eventualmente su pendenze.


Il Cotoneaster Horizontalis Salicifolia


SCHEDA PRODOTTO

Con questa pianta cambiamo tipo di utilizzo, infatti questo cotonastro è adatto come tappezzante: è un arbusto prostrato, che non arriva oltre i 50 centimetri di altezza. Va molto bene per ricoprire pendii, a gruppi o in aiuole. Non ha problemi con un'esposizione in piena battuta di sole. Le foglie sono più piccole, lanceolate, verde lucido. In comune con gli altri arbusti della famiglia ha i piccoli fiori bianchi che appaiono verso Giugno, seguiti da bacche di un rosso brillante che lo decorano anche in inverno.


Il Cotoneaster "Coral Beauty"

SCHEDA PRODOTTO


Anche questo arbusto sempreverde è di portamento medio/prostrato, e quindi ideale per coperture; l'altezza non supera i 70 centimetri, mentre la pianta si espande in larghezza anche di un metro. Le foglie sono ancor più piccole e rotondeggianti rispetto alla Salicifolia. Viene usato molto in giardini rocciosi, su terreni difficili, pendii e scarpate. Va bene anche per bordure, piccoli giardini, e anche su balconi e in vasi. Sta bene in mezz'ombra o al sole, e presenta un'ottima rusticità. I fiori sono rosa e compaiono prima che in altre varietà (in Aprile). Le bacche sono, come è facile intuire, rosso corallo, molto decorative, e durature.

Condividi